Canzoni & Sorrisi

Canzoni & Sorrisi

Canzoni & Sorrisi

Foto di Marc Castejón.

Is there anybody out there?
Pink Floyd, The Wall
Su certi palchi capita che la luce troppo forte dei riflettori ti faccia vedere soltanto le prime due file di pubblico… Gente come noi (che non è abituata a riempire SanSiro) si chiede a volte se ci sarà davvero qualcuno dietro a quelle prime facce note e se quel buio risponderà a quello che stiamo suonando.

Poi succede. La canzone finisce e c’è un piccolo momento di sospensione prima che quel buio si animi in un applauso, più o meno convinto, più o meno entusiasta. “Bene, – pensi – c’è qualcuno là fuori”.

E’ in quel momento che la canzone ha un senso. Fino a un attimo prima stavi cantando (o suonando) esattamente come sotto la doccia di casa tua (be’… evidentemente mi riferisco al cantare: suonare sotto la doccia è veramente sconsigliato, soprattutto con strumenti elettrici…), dopo hai una risposta (positiva o negativa che sia) e tutto cambia.

Le canzoni senza questa cosa non esistono. Esattamente come le parole quando non vengono lette o ascoltate, come un quadro chiuso in un armadio.

(…in fondo poi anche queste parole – proprio queste qui! – sono solo delle macchie luminose su una superficie scura: a volte entro in tunnel di questo genere e faccio fatica a venirne fuori…)

Insomma: il senso della nostra musica sono le vostre facce. E’ quel momento in cui la canzone arriva fino da voi e voi reagite in qualche modo (anche male, per carità!): ridendo, pensando, storcendo naso e bocca, cantando quel che vi ricordate e così via. E’ quel momento in cui voi decidete che cosa la canzone vuol dire per voi (voi e nessun altro) e la fate irrimediabilmente vostra.

In questo spirito, c’era sembrato significativo darvi delle canzoni (che adesso sono vostre) in cambio della nostra parte di senso, che sono le vostre facce: al nostro ultimo concerto abbiamo regalato 50 copie numerate di un’anteprima del nostro disco, fotografando ogni persona che è venuta a ritirarle. Adesso questi “KabaréVolti” compaiono in una sezione dedicata del nostro sito: sezione che speriamo venga ampliata col passare del tempo e diventi uno “spazio-fan” nel quale potete inserire quel che vi pare.
Per il momento, siete invitati a mandarci i vostri commenti (belli o brutti, complimenti o pernacchi) su quello che avete sentito e (perché no?) anche la vostra faccia dell’occasione: giusto per animare un po’ il buio qui attorno.

PostScriptum: Vabbé che in tempi di Facebook di facce se ne vedono in giro pure troppe… Se non altro vi garantiamo che non ci faremo i fatti vostri. Se però appartenete anche voi alla categoria di quelli che amano particolarmente i fatti altrui, vi comunichiamo che anche i Kabaré Voltaire hanno un loro profilo su FB.
Ah!… L’integrazione a tutti i costi! Quale sarà il prossimo passo? Il SUV?!?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in posts e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...