Mira el dito

la luna ride di noi
Quando il saggio indica la luna, lo sciocco guarda il dito

Ci sono giorni un po’ così, in cui mi nascondo dietro ad un dito, con la certezza inconfessata che la gente comunque guarderà il dito. E’ sempre così, e alla fine non conta tanto che tu abbia cose più o meno importanti da dire: c’è una distrazione generale, una specie di strabismo che sposta leggermente l’attenzione da quello che conta al dettaglio, al particolare piccante o curioso, che buca insieme lo schermo e la memoria.
Di cosa sto parlando? Facciamo una prova:

1. Nei giorni del Festival di Sanremo ha fatto scalpore il tatuaggio di farfalla mostrato da Belen. Non che ci impressionino tanto le farfalle, quanto il fatto che la vista del tatuaggio ha fatto pensare a molti che la nostra Rodriguez non avesse le mutande. Niente di più sbagliato: la ragazza, abbiamo appreso, indossava una C-String, una mutanda essenzialissima che copre il minimo indispensabile. La potete trovare su internet a circa 24$.

2. Nella serata finale del Festival, Geppi Cucciari ha ricordato Rossella Urru. Rossella è una volontaria italiana di 29 anni che lavora per una ONG che si chiama Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli ed è responsabile di un campo profughi in Algeria. E’ stata rapita nella notte fra il 22 e il 23 ottobre 2011 e da allora è nelle mani del gruppo terroristico per il Jihad in Africa Occidentale. Molti movimenti spontanei in Italia stanno cercando di fare pressioni sul Governo per la sua liberazione.

3. Ha suscitato molto scalpore il monologo sanremese di Adriano Celentano. Si è trattato, più che di un monologo, di un dramma in tre atti recitato durante la prima e l’ultima serata del Festival, con una coda durante la trasmissione “Servizio Pubblico” di giovedì 23 febbraio. In ognuna delle occasioni successive l’anziano cantante ha cercato di spiegare sempre meglio (peraltro senza riuscirvi) i concetti espressi durante la prima serata, con particolare attenzione alla questione dei giornali cattolici Avvenire e Famiglia Cristiana.

4. Il giorno 23 febbraio il Comitato per l’Acqua Bene Comune ha occupato pacificamente il Ministero dell’Ambiente per farsi ricevere dal ministro Corrado Clini. Dopo un cordiale incontro il ministro avrebbe affermato che “l’acqua è un bene comune che non può consentire margini remunerativi”, garantendo – almeno a parole – una corretta interpretazione della volontà popolare espressa dai referendum.

5. Il giorno 25 febbraio la maggior parte dei telegiornali ha aperto con la chiusura del processo Mills che vedeva imputato l’ultrasettantenne ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. L’esito del processo è stato un proscioglimento data la sopravvenuta prescrizione del reato. Insoddisfatti tutti: quelli che non vedono mai scritta la parola “innocente” e quelli che, per gli stessi motivi, non vedono mai la parola “colpevole”.

6. Il giorno 25 febbraio i manifestanti reduci dal pacifico corteo No Tav che si trovavano alla Stazione di Porta Nuova a Torino per tornare a Milano sono stati caricati – apparentemente senza motivo – dalla Polizia Ferroviaria guidata da Spartaco Mortola, già noto per aver guidato la spedizione contro la scuola Diaz durante il G8 di Genova.

Ecco: fine del test. Voi quali notizie conoscevate? Quali ricorderete alla fine della lettura? Quante dita sono riuscite a distrarci? Per quanto tempo continueremo a fissare il dito invece della luna?
Non è un caso forse che in queste sere si veda chiaramente che la luna ride di noi.

foto di: hilberto0

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in posts e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...