Lampadine

starry night

Sdeng! Sdeng! Sdeng!

A volte mi capita di ripensare a tutte le facciate che ho preso. Di alcune il ricordo è ancora così vivo che il viso si deforma e fa ancora un po’ male. E’ per questo, sai, che stiamo facendo questo discorso.

Non prenderla come una contraddizione, non mi rimangio tutto quello che ti ho insegnato: nella nostra società è importante avere la giusta aggressività per ottenere gli obiettivi che ci si è prefissati. Esatto: cinismo, cattiveria, determinazione… tutte le cose che ti ho ripetuto fino ad ora non cadono in prescrizione solo che a volte… ecco… mi capita di riconsiderare un po’ il quadro generale.

Sdeng! Sdeng!

Lo senti questo rumore? Sono tutti quelli come noi. Dopo tanto tempo che li osservo ho capito che facciamo tutti lo stesso rumore. Ci prefissiamo un obiettivo, facciamo di tutto per ottenerlo … e poi arriva quel rumore! Tu sai che io sono uno dei migliori in questo campo: quando voglio ottenere qualcosa non me la toglie nessuno dalla testa, passo sopra tutto e tutti finché finalmente non ci arrivo e …

Sdeng!

Ecco: questo rumore che facciamo tutti mi ha dato molto da pensare. La facciata che riceviamo non è che sia poi questa grande soddisfazione eppure … eppure è più forte di noi. Vedi, noi falene alla fine ci occupiamo tutti della stessa cosa: quando scende la sera si accendono queste – come si chiamano? – “lampadine” e noi dobbiamo andare a prendere la loro luce. Non sono tanti quelli che riescono a superare tutte le difficoltà, le mani che cercano di afferrarci, le trappole, il calore di quei bulbi di vetro e quando alla fine – alla fine dico – sembriamo così vicino a quella luce, a quella luce così a portata di mano …

Sdeng! Sdeng!

Io l’ho fatto così tante volte che mi sono posto un problema. Cosa facevano le falene prima che ci fossero le lampadine? Che cosa cercavamo di ottenere? Forse – ho pensato – passavamo la notte tranquille, senza questa urgenza di raggiungere la luce. Forse, alla fine, l’unica luce disponibile era quella delle stelle e mica tutti si possono mettere in volo per raggiungerla … Quella sì che era davvero una grande impresa! Chissà se qualche eroe c’è poi arrivato davvero a quelle luci altissime! Nella nostra società invece abbiamo milioni e milioni di lucette nuove lì, a tentarci appena sopra la nostra testa, e ognuno di noi deve raggiungerle disperatamente: è una specie di … bisogno indotto, che non ci dà nessuna soddisfazione, il risultato è soltanto una facciata fortissima contro il vetro.

Ecco: io non voglio che tu commetta i miei stessi errori. Guarda la faccia da pugile di tuo padre: è stato il vetro a ridurmi così, sono state quelle mille e mille illusioni contro le quali mi sono schiantato … Alla fine sono una vecchia falena e ho capito che va bene l’aggressività, va bene la determinazione, ma forse la cosa più importante è selezionare l’obiettivo, capire per cosa valga davvero la pena volare … Hai capito? Dovresti imparare a riconoscere le stelle e a non farti fregare dalle lampadine insomma … capito figliolo? Capito?

Ehi! Ma ..! Dove vai?! Dove stai andando?!?

Sdeng! Sdeng! Sdeng! Sdeng!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in posts e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...