L’amministratore delegante

sveglietta

Cari azionisti e membri del CdA,

anche questo mese l’azienda che amministro – “LaMiaVita Inc.” – deve denunciare un pesante passivo. Innanzitutto di ore di sonno: la faccia che potete vedere nello specchio anche questa mattina denuncia chiaramente che in quest’ultimo periodo non abbiamo dormito a sufficienza. Le perdite poi diventano decisamente più consistenti se andiamo ad esaminare la voce “Tempo”. Qui non riusciamo veramente a giustificare le continue perdite che hanno caratterizzato anche quest’ultimo periodo. La verità, gentile Consiglio d’Amministrazione, è che perdiamo tempo e non sappiamo come.

Dato poi che, nel rigido mondo dell’economia, il tempo è denaro, deducete autonomamente che, anche e soprattutto sotto quest’ultima voce, le perdite risultino quasi imbarazzanti: stentiamo a credere che le spese riportate come “Caffé + brioche consumati al bar” siano veramente credibili e non siano invece gonfiate per giustificare altre spese nascoste. Gli scontrini comprovanti le spese, ovviamente, dovranno essere verificati caso per caso…

Se poi andiamo a vedere che cosa effettivamente si è prodotto in quest’ultimo periodo, allora dobbiamo allargare le braccia di fronte ai tentativi, assolutamente velleitari, di “LaMiaVita Inc.”, di trovare una direzione precisa, un piano aziendale chiaro che convogli tutte le energie della ditta verso un unico obiettivo. Invece, gli ulteriori investimenti in ditte fallimentari come “Musica”, “Teatro” e “Arte & Creatività”, non solo non hanno prodotto gli utili sperati, ma non sono nemmeno riusciti a coprire l’esorbitante spesa di “Caffè + Brioche” citata in precedenza!

In pratica, l’azienda è un fallimento.

Credo che l’unica soluzione sia quella di sfiduciarmi e di passare ad un’amministrazione controllata… Un commissariamento, insomma: qualcuno che – finalmente! – ci dica di preciso cosa dobbiamo fare, in cosa concretamente investire, quali spese tagliare…

Ecco: io lascerei l’azienda, ovviamente con la buonuscita che mi spetta. Anche il CEO di Volkswagen, il mio collega Martin Winterkorn ha potuto, dopotutto, ritirarsi dal lavoro con svariati milioni di euro. Alla fine, in fondo, gli amministratori non hanno tutta questa responsabilità… ci sono cause esterne che ostacolano il nostro lavoro, persone a cui abbiamo delegato che ci hanno deluso, pressioni politiche che ci hanno condizionato. Anche per “LaMiaVita Inc.”, per questo sonno e questo tempo perso, credo di poter trovare un motivo plausibile, dalla svalutazione dello yuan alla corruzione ai vertici dell’Atac di Roma.

Non è tutta colpa mia. Non è mai tutta colpa mia: figurati se mi devo prendere la responsabilità perché le cose non vanno esattamente come avevo sperato! Io rimango un ottimo amministratore, anche se credo che quest’azienda abbia bisogno di un riassetto radicale. Come vedete anche dalla cronaca, non sempre siamo le persone giuste al posto giusto.

Comunque è meglio così e mi sento già più leggero…Ma cosa sono quelle facce? Non fate così: qui da noi le dimissioni non sono mai definitive… potrei sempre ripensarci e tornare sui miei passi! (Nel dubbio, comunque, conservo lo scontrino…). Su, cosa sono quelle facce? A guardarvi bene sembrate molto stanchi anche voi… Non vi è venuto un certo languorino ad ascoltare tutte queste chiacchiere? Che ne dite di un caffè e di una brioche?

Tranquilli: pago io!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in posts. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...